Turnstile Mystery nuova canzone

Turnstile: Mystery è la nuova canzone, e tutte le news della settimana

I Turnstile abbandonano (quasi) l’hardcore sul nuovo singolo Mystery

Il 2021 vede il brano di ritorno dei Turnstile: Mystery. Tolto il mini EP dance del 2020, l’ultimo disco dei Turnstile risale al 2018, con Time & Space che aveva segnato il debutto per Roadrunner Records. Loro sono probabilmente la band hardcore più famosa e “mainstream” del momento, in parte grazie al loro hardcore parecchio orecchiabile e più smussato rispetto a quello cui siamo abituati. Sul nuovo singolo dei Turnstile, Mystery, addirittura l’hardcore è sostanzialmente irrintracciabile, se non per qualche eco fra le righe; è un brano sostanzialmente alternative rock, con appena un po’ più grinta, che togliendo effetti sonori vari a inizio e fine traccia si risolve in un paio di minuti di discreta orecchiabilità. Il sound delle chitarre mi aveva anzi fatto temere che al pezzo avesse lavorato l’onnipresente John Feldmann (ricorda qualche passaggio dei The Used), in realtà il brano è prodotto da Mike Elizondo. [AM]

Il video di Love Race sempre con quel tocco emo alla Machine Gun Kelly

Il tocco inconfondibile di Machine Gun Kelly nel nuovo video di Love Race è palese. Canzone che vede la collaborazione di Kellin Quinn degli Sleeping with Sirens e Travis Barker dei… vabbè, lo sapete. Passiamo da una high school in Tickets to My Downfall fino a un campo estivo, sempre a tema emo. Il rosa continua a permeare ogni elemento dal più comune al più assurdo, fino ad arrivare a momenti da puro film horror o meglio dire splatter. Forse potete già immaginare il finale…

La nuova canzone dei Tiny Moving Parts che non sembra così nuova

I Tiny Moving Parts sono senza dubbio fra le band più prolifiche del panorama emo/pop punk contemporaneo. Negli ultimi cinque anni la band del Minnesota ha pubblicato tre album e un EP, e la sensazione è che se non ci fosse stata di mezzo la pandemia avremmo già avuto un nuovo disco fuori da qualche tempo. Questa copiosità di nuova musica è tanto un bene (sempre qualcosa di nuovo da ascoltare per i fan, e anche l’algoritmo di Spotify è contento) quanto un male, perché Dylan Mattheisen e soci non sono certo una band propensa a innovarsi o stravolgere il proprio sound da un disco all’altro. Le canzoni di Celebrate potrebbero benissimo stare anche su Swell, così come sull’ultimo disco Breathe. Dopo un po’, la maggior parte delle nuove canzoni dei Tiny Moving Parts si assomigliano tutte quante: chitarre twinkly per far sfoggio dei virtuosismi di Dylan, ritornelli ariosi e testi volutamente goffi. Se fate partire una canzone a caso dagli ultimi tre dischi e poi premete play sul nuovo singolo Life Jacket, probabilmente vi sembrerà di aver ascoltato una nuova versione dello stesso brano. Ovviamente vogliamo bene ai Tiny, ma alla lunga un po’ ci si stufa di ascoltare sempre la stessa solfa, no? [AM]

Il grande ritorno degli As It Is con IDGAF

Dopo tre anni di silenzio e la dipartita di due membri della band (tra cui particolarmente rilevante quella di Ben Langford-Biss visto che era uno dei due vocalist), gli As It Is pubblicano il nuovissimo singolo IDGAF. Finalmente la tristezza e la rabbia non devono essere solo esternate a parole, ma anche lo strumentale deve avere la sua parte. Con questo brano c’è una svolta grintosa anche grazie alla voce di Patty Walters e i suoi scream che completano e arricchiscono al meglio la canzone. Sono pronta a qualsiasi svolta, anche estrema, degli As It Is. [MCC]

L’improbabile collaborazione pop tra Lil Lotus e Chrissy Costanza

Prendi un emo rapper che fa anche il frontman di una band emo/post-hardcore throwback MySpace (If I Die First, bellissimi; uscito da poco uno split con i SeeYouSpaceCowboy), aggiungici la cantante degli Against the Current. Romantic Disaster è il risultato della collaborazione inaspettata fra Lil Lotus e Chrissy Costanza; un brano quasi sorprendentemente pop, che fa leva su un ritornello iper catchy e un video alla Bonnie & Clyde. Sembra un po’ quando i Chvrches avevano fatto quella canzone con Marshmello, a differenza che qui nessuno dei due artisti era già una popstar. Il brano ha tutto il potenziale per sfondare, ora vediamo se parte la macchina dell’hype. [AM]

Sigrid si tuffa dritta nel pop mainstream con Mirror

Dal suo album d’esordio Sucker Punch sono passati solo due anni anche se sembrano cinque; ora la popstar norvegese Sigrid è tornata con un nuovo singolo, che anticipa sicuramente un album in uscita più avanti (non è stato detto nulla in proposito ma sappiamo tutti che è così). Mirror è un pezzo che vede Sigrid tuffarsi sfrontatamente nel pop più mainstream; è uno di quei brani che ti aspetteresti di ascoltare alla radio in palestra mentre fai qualche addominale, o nella hall di una piscina o ancora al supermercato tra il reparto frigo e i bancali della frutta. Tutto questo però non per dire che il pezzo è banale o brutto; al contrario, Mirror è un pezzo estremamente catchy che mette di buon umore e ha tutte le potenzialità per fare un buon successo sulle onde radio, e nel ritornello ritroviamo i vocals a volte un po’ graffiati e a volte in falsetto che già ci avevano fatto apprezzare Sigrid sul disco precedente. L’unico dubbio è se si tratta di un pezzo usa e getta o avrà del valore anche nel tempo, ma questo solo i mesi (e gli anni) ce lo potranno dire. [AM]

Il video di Violet! degli Waterparks che festeggia l’uscita dell’album

“I’ll be your optimistic black hole full of love I can’t control”. Da Lucky People di Entertainment sono passati tre anni, ma è come se questo buco nero colorato perseguitasse gli Waterparks tuttora. Il video di Violet!, brano presente nel loro ultimo album Greatest Hits uscito il 21 maggio, vuole descrivere al meglio i lati estremi dell’amore. Questo cerchio nero con contorni colorati e tratti femminili stalkera in tutti i sensi Awsten. In poche parole non sarebbe altro che la descrizione visiva del testo, volendo molto rimarcare il lato estremo e ossessivo dell’innamoramento. Semplice, efficace, e come al solito molto colorato. [MCC]

Midnight è il nuovo singolo dei Creeper

Ad appena un anno dall’ultimo album Sex, Death & the Infinite Void, i Creeper annunciano l’uscita di un nuovo EP, intitolato American Noire previsto per il 30 luglio sempre per l’etichetta Roadrunner Records. Midnight è il primo assaggio del nuovo lavoro, e il dialogo ricreato nel brano fra la voce del cantante Will Gould e quella di Hannah Greenwood è eccezionale e ben dosato nell’insieme. Anche se la canzone non ha molti altri elementi di spicco, il ritornello ricorda concettualmente quello di We Are Young dei Fun e riesce a migliorare assolutamente la canzone. [MCC]

Colori pastello e atmosfere anni ’90 con Lips dei The Maine

Lips è il terzo recente singolo dei The Maine dopo Sticky e April 7th. La band continua così ad anticipare brani del nuovo album XOXO: From Love and Anxiety in Real Time, in arrivo il 9 luglio per la loro etichetta 8123 Records. Dal romanticismo della precedente traccia, qui passiamo a ritmi molto più freschi e accattivanti. Fra il video e le sue atmosfere anni ’90, con i colori pastello dell’ambientazione e il ritornello super catchy, è impossibile non canticchiare Lips già dopo il primo ascolto. Continua ad aumentare la trepidazione per l’uscita del nuovo album. [MCC]


Ricordiamo che è online la special issue di TBA Magazine dedicata a Machine Gun Kelly e al suo nuovo disco pop punk Tickets to My Downfall. All’interno articoli, curiosità, playlist e contenuti speciali sul disco, oltre alle nostre consuete rubriche e recensioni. Puoi leggerlo e scaricarlo comodamente a questo indirizzo.

machine gun kelly, tba magazine special issue

Oltre alla nuova canzone dei Turnstile Mystery, potete leggere tutte le nostre news a questo indirizzo!

Seguite TBA Magazine anche su Twitter e su Instagram.

Post a Comment